[ad_1]

Una città non proprio moribonda, ma semideserta, dove gli unici a tenerla in vita sono i commercianti ancora aperti e le poche persone a passeggio. Il primo giorno da zona rossa, ieri (venerdì 6 novembre), non è sembrato un venerdì, ma una domenica mattina.

Chiuse le scuole medie e superiori, niente traffico, pullman praticamente vuoti, centinaia di parcheggi liberi, momenti di assoluto silenzio sotto i portici, interrotti solo dal rumore dei tacchi delle scarpe. Decine di…



[ad_2]

leggi tutto l’articolo