[ad_1]

Il dibattito sulla distinzione tra bellezza e bruttezza ha una storia antica, risalente almeno alla Grecia dei filosofi. Nel corso dei secoli il “bello” ha avuto significati e valori differenti attraverso le diverse culture, lasciando il suo contraltare ad un mero ruolo di opposizione, associato a negatività, antagonismo, financo al male. 

Nel ‘700 questa concezione viene, se non ribaltata, rivoluzionata: il…



[ad_2]

Continua a leggere dalla fonte originale