[ad_1]

“Purtroppo l’emergenza epidemiologica in atto non risparmia i lavoratori del Corpo Nazionale dei Vigili del Fuoco. Soprattutto in Calabria, terra di frontiera per l’assistenza sanitaria, non si riesce a trovare uno spiraglio per garantire al personale del corpo uno screening con tampone antigenico. Nonostante tutti i Comandi della Calabria hanno chiesto alle varie Asp territoriali e/o aziende ospedaliere di concedere una corsia preferenziale dedicata ai Vigili del Fuoco che…



[ad_2]

Leggi tutto dalla fonte originale