[ad_1]

“L’attività sportiva è stata trascurata completamente nel secondo dopoguerra. Ai tempi del fascismo c’era grande attenzione alla cura del corpo, lo sport era importante nelle scuole. Caduta la dittatura, per reazione l’attività sportiva è stata cancellata dagli istituti scolastici”. Lo ha detto il presidente della Regione Piemonte, Alberto Cirio, intervenendo all’outlet di Vicolungo, nel Novarese, all’inaugurazione del “Kinder joy of movement park” , una struttura dedicata alla attivita’…



[ad_2]

Leggi tutto dalla fonte originale